6 Lug 2020

Al via il BTP Futura, conviene? Dipende

 

Tra il 6 e il 10 luglio parte la nuova emissione del titolo di stato per finanziare le spese pandemiche. Si tratta di un titolo Step – Up a cedole crescenti. I primi 4 anni 1,15%, i successivi 3 anni al 1,3% e gli ultimi 3 anni al 1,45%.

Attenzione, il tasso sarà crescente solo per chi deterrà il titolo per tutta la durata. In questo caso il rendimento medio sarà pari a 1,285% annuo lordo. A questo tasso sarà aggiunto alla scadenza decennale il premio fedeltà compreso tra 1% e 3%. Quest’ultima variabile dipenderà dalla crescita del Pil dell’Italia nello stesso periodo.

Considerando il premio finale riconosciuto solo ai sottoscrittori iniziali, Il tasso effettivo medio lordo annuo sarà compreso tra una forbice del 1,385% e 1,585%.

Vediamo il BTP tradizionale di pari durata già quotato sul mercato, BTP 01 agosto 2030 al tasso fisso del 0,95% al prezzo di oggi 6 luglio 2020, ha un prezzo di 97,10% con un rendimento lordo del 1,28% garantito.

Conclusioni:

  • Se non viene portato alla scadenza, il BTP futura ha un rendimento annuo del 1,15% non solo per il sottoscrittore iniziale ma anche per gli acquirenti e ciò sarà chiaramente valutato nella quotazione futura del titolo con una penalizzazione rispetto al Btp tradizionale.
  • I due titoli si equivalgono come rendimento cedolare medio solo se il BTP Futura viene detenuto dal primo sottoscrittore fino alla scadenza.
  • Il sorpasso di rendimento avviene per mezzo del 1% di rendimento garantito a scadenza e può accrescere fino ad un massimo di un ulteriore 2% a fronte di condizioni favorevoli per l’economia italiana.

 

Il Btp Futura può convenire a quei risparmiatori che sicuramente non utilizzeranno quella quota di capitale per i prossimi 10 anni. In questo caso possono ottenere qualcosina in più per mezzo del bonus finale. Altrimenti è migliore il BTP tradizionale di egual durata già quotato, che in caso di rimborso anticipato, garantisce a prescindere un rendimento più alto e quindi una maggiore appetibilità per gli acquirenti in quanto avrebbero la possibilità di acquistare un titolo ad un rendimento fisso del 1,28% anziché all’1,15%, con una conseguente migliore valutazione dei prezzi sul mercato per il cedente.

Se si volesse puntare su un titolo più appetibile in caso di rimborso per tutta la durata, il BTP 01 marzo 2032 a tasso fisso del 1,65% al prezzo odierno di 102,70% (attenzione con una durata di 1 anno e 8 mesi maggiore), si avrebbe lo stesso rendimento lordo del BTP Futura portato alla scadenza inclusi il premio base del 1%. Tuttavia in caso di rivendibilità, Il BTP 2032 con il suo rendimento superiore per gli acquirenti, potrebbe scontare un prezzo migliore. Anche in questo caso attenzione alla variabile risalita dei tassi di mercato, che potrebbe penalizzare i titoli con scadenze più lunghe. Quindi se fra 10 anni, alla scadenza del BTP Futura i tassi di mercato a due anni saranno oltre il 2%, avendo avendo ancora in portafoglio IL BTP 2032 con una vita residua di ancora 20 mesi, vi dovrete accontentare del suo tasso alla scadenza del 1,385% annuo. Ma potremmo essere ancora in contesto di tassi a zero a breve termine e in questo caso ad avere un titolo più lungo avremmo fatto un ottimo affare.

Ultimi articoli finanziari

COVID-19 è un “CIGNO NERO”?

COVID-19 è un "CIGNO NERO"? Il matematico di oggi è Nassim Nicholas Taleb (classe 1960), nonché filosofo e saggista libanese Leggi tutto

Illimity bank conto deposito e opinioni

Illimity bank opinioni E’ da qualche tempo che troviamo la pubblicità del conto deposito di Illimity Bank la nuova banca Leggi tutto

Top 15 Best Global Brands Ranking (2000-2018)
Top 15 Best Global Brands Ranking (2000-2018)

Nel 2000 le aziende più importanti al mondo erano Cocacola, Microsoft e IBM. Nel 2018 come scoprirai dal video le Leggi tutto

Polizze vita multiramo, meglio perderle che trovarle

Il tasso di risparmio delle famiglie italiane è cresciuto dal 10% al 16% a causa del Covid. In parte è Leggi tutto

Previsioni di borsa per il 2019, come è andata?

Quali sono state nel 2018 le previsioni di borsa per l’anno appena trascorso? E come è andata? Vediamo in ordine Leggi tutto

Anima Geo Europa A – IT0001095469 OPINIONI

Anima Geo Europa Gli anima GEO sono fondi molto cari e quindi che privilegiano gli interessi della banca rispetto a Leggi tutto

Investire è semplice, ma non è facile

Chi viene a cena con me, prima o poi, mi fa domande su quale sia, secondo me, il miglior modo Leggi tutto

Gli anni di stipendio per comprare casa

Rapporto tra: immobili e reddito, in Europa: Per chi volesse investire in immobili, raccomando di osservare bene l'infografica in allegato. Ecco Leggi tutto

Morgan Stanley aumenta il peso delle azioni cinesi nel MSCI

Morgan Stanley, ha deliberatamente deciso di aumentare il peso degli indici Cinesi all’interno dell’indice Morgan Stanley Emerging Market. Il peso Leggi tutto

ETF quando la banca si arrampica sugli specchi

La normativa MIFID 2 impone a tutte le banche di esporre con chiarezza tutti i costi ex ante di qualsiasi Leggi tutto

RENDIMAX conto deposito, ma gli interessi anticipati esistono?

Appena i mercati scendono, puntuali come la tasse, ripartono le pubblicità sui vari conti deposito che offrono una remunerazione sui Leggi tutto

Le commissioni sui fondi comuni, il virus dei vostri investimenti

Oltre due terzi dei risparmiatori sono convinti di non pagare alcuna commissione in banca o sui loro prodotti assicurativi per Leggi tutto

Finecobank: home banking In, investimenti Out

La piattaforma Fineco per l'home banking non si discute, probabilmente è tra le migliori piattaforme a livello europeo. Quello che Leggi tutto

Cannabis, un nuovo ETF incentrato sulle azioni della marijuana

Un nuovo ETF incentrato sulle azioni della marijuana prevede di abbattere i concorrenti quando debutterà fra pochi giorni. Con un Leggi tutto

AZ EQUITY GLOBAL ESG CLASSE A vs iShares Core MSCI World ETF USD Acc

AZ EQUITY GLOBAL ESG CLASSE A vs iShares Core MSCI World ETF USD Acc Gestione attiva vs gestione passiva Ecco Leggi tutto

RICHIEDI UNA CONSULENZA A UNO DEI PRINCIPALI STUDI INDIPENDENTI ASSOCIATI NAFOP IN ITALIA

Range patrimonio finanziario

Privacy Policy