24 Feb 2020

CORONAVIRUS Vendiamo i nostri titoli? SI…perché? BOH..

 

Nel Week end molti si saranno sentiti preoccupati per la situazione di panico nel nord Italia, dovremmo vendere i portafogli diversificati IN AZIONI E OBBLIGAZIONI su USA, EUROPA E ASIA perché alla ESSELUNGA è finita la carne sugli scaffali?

Facciamo un po’ di ordine: l’unico modo per creare una relazione efficiente tra la salute delle persone e la necessità di mantenere la macchina economica è la corretta informazione sui rischi di contagio, su come prevenire e su come evitare il panico.

Al contrario in Italia si è trasformato il caso CORONAVIRUS in uno scontro politico e mediatico. Giornalisti e TG non aspettavano altro per vendere più copie o per aumentare l’audience. Non c’è da stupirci se poi vengono saccheggiati i supermercati. I politici non sono da meno che per far vedere che hanno a cuore la salute dei cittadini pongono misure restrittive che sono solo un palliativo. Forse i governatori del Veneto non sono mai andati in metro a Milano dove a febbraio alle 8 di mattina si sta come sardine e fa 30 gradi. Allora a cosa serve chiudere le scuole o le università dei nostri ragazzi, se poi il li potremmo contagiare noi quando arriviamo a casa? Intanto i politici vanno a letto con il cuore tranquillo per aver fatto qualcosa in tempo. O Forse pensano che lavoriamo tutti da casa.

E’ cambiata la percezione, fintanto che il virus era in altri paesi sembrava quasi che non ci riguardasse. Oggi la percezione è alle stelle. E la finanza spesso dà retta alle percezioni.

La risposta dal punto di vista finanziario è quella di ridurre il rischio, ovviamente, come dico da sempre se avete investito molto sull’azionario, forse troppo per il vostro profilo di rischio, ma anche se avete investito male comprando solo singoli titoli azionari italiani. Ma questa strategia non deve valere solo per oggi, che è esploso un evento imponderabile. La giusta costruzione di portafoglio deve essere attuata all’inizio del nostro viaggio di investimento e non quando improvvisamente cambia il tempo e arriva la tempesta.

Ad esempio un semplicissimo PERMANENT PORTFOLIO, composto da:

25% Azionario

25% Obbligaz.  Lungo termine

25% Obbligaz. Breve termine

25% Oro

La scorsa settimana ha perso sull’azionario ma è salito l’oro. In totale il portafoglio HA GUADAGNATO +1,31%. Questo perché i soldi si spostano tra gli asset, quando il mercato penalizza gli asset rischiosi, premia i beni rifugio o a bassa volatilità.

In conclusione, se hai un’esposizione rischiosa vendi, perché il FTSE MIB potrebbe scendere ulteriormente, ma se la tua barca ovvero il tuo portafoglio è robusto, in un ottica d’investimento decennale, mentre gli altri vendono potresti trovare MOLTE OCCASIONI DI ACQUISTO.

Ultimi articoli finanziari

Le previsioni di borsa di agosto 2000 di Morgan Stanley sulle Torri Gemelle

Era fine agosto 2000, probabilmente il 30 agosto quando ho scattato questa foto dalla finestra dell’ultimo piano della torre sud. Leggi tutto

Il FTSE Russel’s Benchmark Bond Index inserisce nel proprio indice i bond cinesi

FTSE Russel’s Benchmark Bond Index è un benchmark prodotto dal London Stock exchange e in particolare i bond cinesi saranno Leggi tutto

Ascolta buoni consigli

Raccontami di me è il nuovo cortometraggio interpretato da Anna Foglietta e prodotto da Banca Mediolanum. Si tratta della nuova Leggi tutto

Con il trading online in CFD tre clienti su quattro perdono soldi

Premessa: Post breve Svolgimento: Come dice la pubblicità, BATTI IL FERRO FINCHE’ E’ CALDO. Tra le piattaforme più famose troviamo Leggi tutto

maximiliano travagli
Maximiliano Travagli

Maximiliano Travagli è iscritto all’Organismo dei Consulenti Finanziari Indipendenti con delibera OCF n.1337, ha maturato una esperienza trentennale nella consulenza Leggi tutto

Il crollo del mercato azionario del 19 ottobre 1987

Prima del 19 ottobre 1987, poche persone credevano che fosse possibile un calo del mercato azionario americano del 10% in Leggi tutto

Real Estate, il nuovo fondo immobiliare di Generali al via

Il progetto è stato tenuto nel cassetto per un anno, ma nell’ultimo periodo c’è stata un’accelerazione sull’avvio del fondo immobiliare Leggi tutto

Mutui al tasso 0,49% mai così convenienti ma attenzione ai costi assicurativi

I mutui battono un nuovo record storico di convenienza con tassi addirittura sotto al mezzo punto percentuale per i variabili Leggi tutto

Al via i titoli di stato della Repubblica di San Marino

Dopo anni di tentativi è al via la prima emissione del Titano Bond. Una emissione per 300 milioni di euro. Leggi tutto

Polizze vita multiramo, meglio perderle che trovarle

Il tasso di risparmio delle famiglie italiane è cresciuto dal 10% al 16% a causa del Covid. In parte è Leggi tutto

Contattaci

Se vuoi maggiori informazioni, compila questo modulo. Ti ricontatteremo quanto prima possibile.

Privacy Policy

INVESTIMENTO MINIMO RICHIESTO € 250.000

INVESTIMENTO MINIMO RICHIESTO € 250.000